16 ottobre 2019
Aggiornato 19:30
La novità

Confindustria: Pordenone si unisce alla Venezia Giulia e snobba Udine

Dal 2020 nascerà la Confindustria Alto Adriatico. L'annuncio di Michelangelo Agrusti
Confindustria: Pordenone si unisce alla Venezia Giulia e snobba Udine
Confindustria: Pordenone si unisce alla Venezia Giulia e snobba Udine ANSA

PORDENONE - Dal 2020 nascerà la Confindustria Alto Adriatico dalla fusione tra territoriale di Pordenone e della Venezia Giulia (Trieste e Gorizia): lo ha annunciato in conferenza stampa il presidente Unindustria Pordenone Michelangelo Agrusti.

«Le fusioni si fanno se c’è della chimica, con Udine non c’è, noi ci abbiamo provato scontrandoci però, purtroppo, con un modo differente di concepire Confindustria - sono le parole che ha usato Agrusti per spiegare la scelta di non procedere ad una fusione con Udine, il cui territorio è contermine -; con la Venezia Giulia, invece, le cose sono andate diversamente ed ecco perché abbiamo avviato, assieme a loro, nell’alveo di un più ampio disegno strategico, un percorso che ci porterà alla costituzione, entro il 2020, di un’unica Confindustria».

Tuttavia, «con chi dirige Confindustria Udine il rapporto personale è ottimo, non ci sono fraintendimenti», ha precisato Agrusti.