25 febbraio 2020
Aggiornato 16:30
La novità

La Mappa del Sapore: nuova uscita per promuovere il Sandanielese

Un progetto consolidato, apprezzato dagli operatori economici e dal turista
La Mappa del Sapore: nuova uscita per promuovere il Sandanielese
La Mappa del Sapore: nuova uscita per promuovere il Sandanielese

UDINE - Una storia di promozione del territorio che supera i 15 anni e si arricchisce di una nuova tappa, quella di San Daniele del Friuli. Il vicepresidente provinciale di Confcommercio Udine Alessandro Tollon presenta infatti, assieme al presidente della Camera di Commercio Pn-Ud Giovanni Da Pozzo e all’assessore regionale alle Attività produttive Sergio Bini, la nuova Mappa del Sapore, interamente dedicata alla città del prosciutto.

Pubblicazione nata in sinergia con il territorio 

Un progetto consolidato, apprezzato dagli operatori economici e dal turista. Partita da Lignano, la Mappa ha toccato in passato anche Udine e il territorio che va da Cividale e Cormons. E non è mancata Sportland, la guida rivolta a chi cerca una vacanza in movimento, alla scoperta della natura. Ora tocca a San Daniele. Un’iniziativa, spiega Tollon, che ha visto coinvolti Comune, Consorzio del prosciutto, Pro Loco, e ha avuto il suo battesimo in occasione di Aria di Festa.
«Sinergia che si ripete e si allarga ora anche all’amministrazione e alle realtà sandanielesi – osserva con soddisfazione l’assessore Bini –. L’enogastronomia è un asset molto importante per la promozione turistica, il prosciutto in particolare è un brand che ci stiamo impegnando a far conoscere come veicolo di conoscenza della regione». «Mentre in passato solo alcuni intenditori viaggiavano alla scoperta dell’enogastronomia locale – aggiunge il presidente Da Pozzo – oggi il turismo enogastronomico è in costante ascesa e uno dei più dinamici all’interno del settore. L’importante è offrire iniziative di qualità. Perché la qualità paga sempre».

10 mila le copie stampate 

Ad aderire alla Mappa sono ristoranti, trattorie, gastronomie, osterie, bistrot, enoteche, 26 locali descritti nella loro offerta di cucina e di vini. «Un percorso che ci riempie di orgoglio – spiega Tollon – perché da un lato racconta la qualità dei nostri gestori e ristoratori, dall’altro riveste una importante valenza turistica visti i dati che parlano di un quarto dei visitatori che si muove con il principale obiettivo della scoperta enogastronomica. In un’area dalla collocazione strategica come il Fvg è inevitabile guardare un po’ dappertutto: alle altre regioni, alla Svizzera, ai paesi di lingua germanica e a quelli dell’Est». Anche in questa occasione, infatti, la Mappa, tradotta in tedesco e inglese e scaricabile nel sito www.mappadelsapore.it, verrà distribuita in 10mila copie da Tarvisio a Lignano passando naturalmente per Udine, negli infopoint, nelle fiere internazionali, con particolare attenzione al turista austriaco e bavarese, e potrà essere utilizzata anche per 'vincere' un gadget che un anno fa ha avuto particolare successo. «Si tratta di un grembiule da cucina che raffigura la copertina della guida – spiega Tollon –. I turisti che visiteranno almeno otto locali del circuito, che comprende non solo San Daniele ma circa 200 insegne in tutto il Friuli, potranno raccogliere altrettanti timbri e portare a casa il grembiule. Ne abbiamo già inviati parecchi anche in Austria e in Lombardia».

C'è anche il compendio dei piatti tipici 

Confermata la veste grafica di Emporio Adv di Enrico Accettola, la Mappa del Sapore-San Daniele presenta inoltre la novità del compendio, a firma Silvio Bini, dei piatti tipici – frico, brovada e muset, Montasio, Formadi Frant, polenta, cjarsons, gubana –, anche in questo caso con traduzione in tedesco e inglese.