23 giugno 2021
Aggiornato 20:30
Forni Avoltri

Si infortuna al ginocchio mentre arrampica: interviene il Soccorso Alpino

L'incidente si è verificato verso la fine della scalata, a una quota di circa 2.200 metri

FORNI AVOLTRI - E' stata recuperata intorno alle 18.15 di sabato 10 agosto l'alpinista infortunatasi intorno alle 13 mentre arrampicava nelle Dolomiti Pesarine. F. B. di Verzegnis, del 1991, è stata affidata all'elicottero della Protezione Civile cogliendo al volo una finestra di visibilità nella nebbia persistente attorno alle cime fin dal primo pomeriggio.

Le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico di Forni Avoltri hanno ricevuto la chiamata della Sores e si sono attivate a partire dalle 13.30 e per rientrare nel tardo pomeriggio, sempre a piedi, dal rifugio De Gasperi. L'incidente si è verificato verso la fine della scalata, a una quota di circa 2.200 metri. L'elicottero della Protezione Civile non ha potuto accompagnare i soccorritori molto in alto proprio a causa della nebbia e li ha sbarcati poco sopra il rifugio De Gasperi, dal quale i tecnici sono risaliti a piedi e poi arrampicando lungo la via normale di salita alla cima del Creton di Clap Grande.

Raggiunta la ragazza, che era scivolata prendendo una forte distorsione al ginocchio, i tecnici l'hanno imbarellata e, anche con l'aiuto dei suoi compagni di cordata, calata lungo la stessa via normale fino a quando la finestra di bel tempo non ha consentito di consegnarla fortunatamente all'elicottero che si è alzato da Nord, ovvero dalla conca di Sappada. In elicottero la ferita è stata condotta all'ospedale di Tolmezzo. I tecnici Cnsas sono invece scesi a piedi fino ai mezzi parcheggiati in Val Pesarina.