17 settembre 2019
Aggiornato 05:00
Domenica 25 agosto

Torna il 'Treno del Confine' con carrozze anni ‘30

Visite a Palmanova, Gradisca d’Isonzo e Redipuglia tra storia, paesaggi e fortezze lungo il confine
Torna il 'Treno del Confine' con carrozze anni ‘30
Torna il 'Treno del Confine' con carrozze anni ‘30

PALMANOVA - Utilizzare il treno, storico in questo caso, per godere delle bellezze della nostra regione. Grazie alla seconda edizione dei treni storici del Friuli Venezia Giulia, sarà possibile visitare Palmanova, Redipuglia e Gradisca d’Isonzo. 'Il Treno del Confine', un mezzo con carrozze degli anni ‘30 'Centoporte' e locomotiva diesel D345, partirà domenica 25 agosto da Trieste alle 8.30, passando e accogliendo i passeggeri alle 8.58 a Monfalcone, alle 9.13 a Cervignano del Friuli. Da qui l’arrivo a Palmanova, fortezza Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO. Il ritorno a Trieste è previsto per le 19.15. A disposizione oltre 200 posti. A bordo treno e in alcune delle visite i visitatori saranno accompagnati da rievocatori sia con costumi seicenteschi sia con divise della prima guerra. La Tariffa unica, corsa di andata e ritorno, è di 10 euro per gli adulti e 5 euro per i ragazzi. I biglietti possono essere acquistati sul sito di Trenitalia, nelle biglietterie e self service di stazione o nelle agenzie di viaggio abilitate.

È possibile inoltre prenotare anticipatamente il biglietto, regolarizzando successivamente l'acquisto a bordo treno, inviando una email all'indirizzo trenistorici@fondazionefs.it indicando cognome, nome, recapito telefonico, numero di biglietti da prenotare (adulti, ragazzi 4-12 anni non compiuti). Durante il viaggio in treno, informazioni e approfondimenti di storia, tecnica e cultura ferroviaria da parte di componenti dell’Associazione Museo-Stazione Trieste Campo Marzio. Per informazioni sulla visita Infopoint Palmanova di PromoTurismo Fvg (tel. 0432.924815 - info.palmanova@promoturismo.fvg.it), Ufficio Iat Gradisca d’Isonzo - via Ciotti, 49 - 34072 Gradisca d’Isonzo tel. 0481-960624 mail: prolocogradisca@virgilio.it e Ufficio Iat Fogliano-Redipuglia - via III Armata, 37. Tel. 0481 489139 cell. 346176113.

Il treno accompagnerà i viaggiatori lungo i confini che hanno diviso, tra il XVI e il XX secolo il territorio dei Friuli Venezia Giulia, visitando alcuni dei luoghi più significativi, centro di contese e guerre per il possesso del territorio, quali la città fortezza veneta di Palmanova, la cittadina di Gradisca d’Isonzo, con un passato tra dominio Veneto ed Imperiale ed infine il sacrario di Redipuglia, luogo simbolico della Grande Guerra. «Il treno arriverà a Palmanova alle ore 9.25 - spiega la vicesindaco, Adriana Danielis - dove avrà inizio la visita guidata ai luoghi più significativi della città stellata che comprende la contestualizzazione del luogo del confine sull’enclave asburgica, la visita al Cimitero austro-ungarico e dei bastioni con l’osservazione dell’impianto urbanistico e della funzione militare della città, nonché della polveriera napoleonica e al Baluardo Garzoni con una panoramica sul confine orientale della Serenissima e del Regno d’Italia (fino al 1918). Qui saranno presenti i rievocatori storici con dimostrazioni di artiglieria e alcuni banchetti che venderanno prodotti locali».
I prossimi appuntamenti che interesseranno Trieste saranno sabato 14 settembre con il Treno di Friuli doc diretto a Udine, domenica 13 ottobre con la Barcolana Express, divenuta uno dei treni di punta del calendario e domenica 27 ottobre con il treno della Zucca da Trieste a Venzone.