20 novembre 2019
Aggiornato 00:30
Il bilancio

Prosciutto di San Daniele: più 2% di export nei primi 6 mesi del 2019

Principali mercati in Europa si confermano la Grecia (+192%), Belgio (+39%) e Lussemburgo (+3%)
Prosciutto di San Daniele: più 2% di export nei primi 6 mesi del 2019
Prosciutto di San Daniele: più 2% di export nei primi 6 mesi del 2019

SAN DANIELE DEL FRIULI - Cresce l'export di Prosciutto San Daniele che nei primi sei mesi di quest'anno ha registrato un incremento del 2% in più verso i Paesi Ue e extra Ue rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo rende noto il Consorzio del Prosciutto di San Daniele.

Crescono i mercati extra UE

Principali mercati in Europa - dove tuttavia si registra una leggera flessione del 3% - si confermano la Grecia (+192%), Belgio (+39%) e Lussemburgo (+3%) che controbilanciano alcuni rallentamenti in altri Paesi dell'Unione, quali Francia (-8%), Germania (-8%) e Regno Unito (-10%). A crescere, sempre nei primi sei mesi del 2019 è la domanda dei mercati extra Ue, con un incremento del 10%.

Accordi bilaterali

In particolare, a registrare i maggiori aumenti sono le domande di Canada (+239%), Giappone (+29%), Australia (+28%), Cina (+14%) e Stati Uniti (+4%). Questo trend, spiega il Consorzio, è da ricondursi all'entrata in vigore di importanti accordi bilaterali di libero scambio tra Ue e Paesi terzi, quali il Jefta e il Ceta.