21 settembre 2019
Aggiornato 01:00
Il fatto

Alla guida di un'auto rubata percorre 15 km in A23 contromano

Un 35enne austriaco è stato arrestato dalla Polizia stradale di Amaro
Alla guida di un'auto rubata percorre 15 km in A23 contromano
Alla guida di un'auto rubata percorre 15 km in A23 contromano

UDINE - Nella mattinata di mercoledì 4 settembre, lungo l’autostrada A23 si sono vissuti momenti di panico: tutto è cominciato verso le 9.30 quando alla sala radio del Centro operativo della Polizia stradale è giunta la segnalazione che un’auto stava procedendo verso l’Austria lungo la carreggiata sud, cioè quella che dall’Austria porta verso Udine, contromano rispetto al corretto senso di marcia dei veicoli. Immediatamente è stata inviata una pattuglia della Sottosezione Polizia stradale di Amaro che ha intercettato ed è riuscita a bloccare l’autovettura in corrispondenza di un restringimento dell’autostrada per lavori. Si è così potuto accertare che a bordo guida della Peugeot 206 vi era un cittadino austriaco di 35 anni, che dopo aver effettuato una sosta presso l’Area di Servizio ‘Campiolo sud’, ha ripreso la marcia invertendo però il senso.

15 chilometri percorso contromano a tutta velocità

Prima di essere fermato dagli agenti nel territorio in comune di Chiusaforte, nella sua folle corsa ha percorso ben 15 km in senso opposto, imboccando di filata ben 3 gallerie, tutte con visualità preclusa in quanto si sviluppano in curva, causando quindi un gravissimo pericolo per la sicurezza della circolazione e mettendo a grave rischio l’incolumità tutti coloro che sono transitati in tale tratto di strada. Non bastasse, a seguito di un controllo la polizia è stato scoperto che l’auto era stata rubata in territorio austriaco nella serata precedente. Per questo il conducente è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per il reato di ricettazione - art. 648 c.p. - e condotto quindi nel carcere di Udine a disposizione della Procura della Repubblica.

L'uomo non ha saputo motivare il gesto

L’uomo, a cui è stata ritirata la patente per le gravissime violazione al codice della strada commesse, non ha saputo spiegare le ragioni della sua sconsiderata azione.