17 settembre 2019
Aggiornato 05:00
Udine

Giovedì al via Friuli Doc: taglio del nastro affidato a Federica Masolin

Oltre alle autorità ci saranno anche gli atleti paralimpici Luca Campeotto e Matteo Parenzan
Giovedì al via Friuli Doc: taglio del nastro affidato a Federica Masolin
Giovedì al via Friuli Doc: taglio del nastro affidato a Federica Masolin Diario di Udine

UDINE - I festeggiamenti per il 25esimo compleanno di Friuli Doc sono ormai alle porte. L’inaugurazione si svolgerà giovedì 12 settembre alle ore 17.30, a Udine in piazza Libertà. A ricoprire il ruolo di madrina quest’anno sarà la friulana Federica Masolin, volto noto di Sky Sport, che darà il via alla kermesse alla presenza di autorità, turisti e di tutti coloro che vorranno affrontare questo percorso tra le eccellenze della gusto e della cultura. Il tutto accompagnato dalle note musicali del Gruppo Medievale di Borgo Pracchiuso e del Gruppo Folcloristico 'Stelutis di Udine'.

Alla cerimonia di apertura, interverranno il sindaco di Udine, Pietro Fontanini, il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, l’assessore alle Attività produttive, Turismo e Grandi eventi, Maurizio Franz e due ospiti di grande valore. Parliamo degli atleti paralimpici Luca Campeotto e Matteo Parenzan che verranno premiati per i successi ottenuti nelle rispettive discipline.

«Friuli Doc è una manifestazione nata per esaltare le eccellenze del nostro Friuli» ha sottolineato il sindaco Fontanini «e quando parliamo di eccellenze non ci riferiamo soltanto alle specialità enogastronomiche della nostra terra, ma anche a quelle persone che, come questi giovani sportivi friulani, hanno saputo, con la loro forza e determinazione, affrontare e vincere le sfide più difficili e trasmettere valori autentici».

Campeotto, classe 1988 è un atleta della nazionale Fispes tesserato la con la ASD Atletica Malignani Liberta Udine. Nel 2016 ha vinto medaglie d’oro e guadagnato titoli italiani nei 60, 100, 200 e 400 metri. Nel 2018 ha portato a termine la miglior prestazione mondiale sugli 800 metri e si è aggiudicato il 4° posto agli Europei di Berlino nella gara dei 200 metri ed il 5° posto nei 400 mt. Matteo Parenzan, classe 2003, fa parte da cinque anni della nazionale italiana di tennistavolo. A soli tredici anni si è guadagnato il titolo di atleta più giovane a vincere il campionato italiano assoluto, confermato poi anche negli anni seguenti. A giugno di quest’anno ha vinto il campionato europeo under 23 in Finlandia ed è stato inserito nel progetto Tokyo 2020.