25 febbraio 2020
Aggiornato 17:00
Montagna

Dopo 4 giorni sospese le ricerche dell'escursionista di Spinea

Ci si è concentrati inizialmente sulla zona tra il monte Siera, casera Geu e casera Tuglia, con incursioni a forcella creta Forata e cima Dieci
Dopo 4 giorni sospese le ricerche dell'escursionista di Spinea
Dopo 4 giorni sospese le ricerche dell'escursionista di Spinea Soccorso Alpino

SAPPADA - Un'altra giornata di duro lavoro, quella di domenica, per i soccorritori del Soccorso Alpino e Speleologico, per la Guardia di Finanza e i Vigili del Fuoco, ma dell'escursionista quarantacinquenne di Spinea M. B. scomparso mercoledì 11 settembre ,non c'è alcuna traccia. A partire dalle prime ore del mattino una quarantina di uomini sono stati al lavoro a perlustrare e battere a tappeto l'intera area che gravita attorno ai sentieri tra Sappada e Cima Sappada, con incursioni anche oltre e ricognizioni dall'alto con l'elicottero della Protezione Civile.

Ricerche sospese

Ci si è concentrati inizialmente sulla zona tra il monte Siera, casera Geu e casera Tuglia, con incursioni a forcella creta Forata e cima Dieci. Tutti i sentieri che da casera Geu vanno verso Sappada sono stati perlustrati accuratamente. Il monte Siera è stato interamente percorso da ogni versante. E così anche il monte Oberdeirar. E' stata battuta a tappeto tutta la zona tra il fiume Piave e l'inizio delle rocce verso il rifugio Siera. Si è poi nuovamente ritornati su aree già battute, come quella del Col dei Mughi e quella di forca dell'Alpino, analizzando tutte le possibilità e i canali secondari. Infine ci si è spinti anche sul versante opposto della vallata nelle vicinanze della casa dell'escursionista. Da lunedì 16 settembre, d'accordo con le Procure di Udine e Belluno, le ricerche verranno sospese.