17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
Venerdi 20 settembre

Una mostra fotografica per i 100 anni del Pozzuolo calcio

Nella mostra oltre 100 foto dal 1919 ai giorni nostri e un'area dedicata ai campioni usciti dalle squadre giovanili
Una mostra fotografica per i 100 anni del Pozzuolo calcio
Una mostra fotografica per i 100 anni del Pozzuolo calcio Ufficio Stampa

POZZUOLO DEL FRIULI - Il Pozzuolo calcio celebra il secolo di vita con una mostra fotografica. L'inaugurazione è in programma venerdi 20 settembre alle 19 in piazza Julia. L'esposizione vuole festeggiare il gioco del calcio a Pozzuolo del Friuli, in questi 100 anni di ininterrotta attività, con una carrellata di immagini che ci mostrano come una attività ludica abbia interessato piccoli e grandi, espressione di una intera comunità. Il gioco del calcio nato per rincorrere una palla, ma con la passione di stare e ritrovarsi insieme sui campi in terra battuta, ora come all'ora, per il puro piacere del divertimento, se si rimane giocatori autentici.

Oltre 100 foto dal 1919

Nella mostra oltre 100 foto dal 1919 ai giorni nostri e un'area dedicata ai campioni usciti dalle squadre giovanili del Pozzuolo per poi approdare all'Udinese al Torino al Milan, al Bologna e in altre compagini di serie A e B. Gli Amatori Calcio Pozzuolo che continuano a portare avanti con lo stesso spirito, una realtà viva e coinvolgente per l’intero Comune, hanno voluto festeggiare insieme questo anniversario. La mostra è stata predisposta dall’Associazione 'Aghe di Poç' con la collaborazione degli Amatori Calcio Pozzuolo. Ricerca, impostazione grafica ed installazione a cura di Fausta Della Vedova e Mauro Duca.

La collezione di Claudio di Blas

La mostra è arricchita dai cimeli calcistici del collezionista Claudio di Blas. Nato a Palmanova del 1952 ed ha militato come calciatore tra i semi-professionisti e tra i dilettanti fino ai primi anni '90 con 22 squadre, tra cui l'Udinese, in diverse regioni italiane.Nel 1981, sollecitato dall'amico portiere Valerio Zorzin, ha rispolverato le sue vecchie collezioni di figurine, riscoprendone tutto il fascino e dando così avvio alla sua attività di collezionista. La raccolta si è via via arricchita di altri materiali avuti tramite scambi o grazie alla conoscenza diretta dei giocatori incontrati durante i loro ritiri: conquistatane la stima e l'amicizia, molti gli hanno dato le loro maglie e scarpe autenticate con la loro firma. Desideroso di coinvolgere gli altri amatori a questa sua passione, Di Blas ha pertecipato a mostre dedicate al Genoa, all'Inter ed alla Juventus. Ha poi allestito diverse mostre personali: la prima è stata la 'Storia dell'Udinese Calcio', nell'ambito della 17ª mostra filatelica 'Friûlphila sport '95' (Mortegliano, 1995); la seconda 'L'Udinese», presso il palazzo 'Arti Plastiche' (Udine, 1996), in occasione dei primi 100 anni di questa squadra. Nel 1997 ha esposto 'La Sampdoria di Mancini' all'Hotel Là di Moret; nel 1998 'La Juventus' all'Astoria Hotel e infine nel 1999, al Green Hotel di Magnano in Riviera, 'La Nazionale italiana', in occasione della partita Italia - Svizzera giocata a Udine (l'allenatore della nostra squadra era Dino Zoff).