17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
OpenAirLife

Imparare a fotografare la natura, in montagna e nelle grotte

Il weekend 11-13 ottobre “Photogenesi”, originale workshop fotografico tra monti Musi, Plan dei Ciclamini e Villanova delle Grotte
Imparare a fotografare la natura, in montagna e nelle grotte
Imparare a fotografare la natura, in montagna e nelle grotte

LUSEVERA - Luciano Gaudenzio e Sandro Sedran sono i fotografi che l’associazione OpenAirLife (in collaborazione con InsideFvg, Grotte di Villanova e Trattoria Ai Templari) ha voluto per accompagnare in una inedita due-giorni di formazione sul campo tutti coloro che amano sperimentare con la macchina fotografica e imparare come ritrarre al meglio la natura, tanto nei suoi ampi panorami montani quanto nel dettaglio di particolari e affascinanti formazioni rocciose che si svelano all’interno di grotte e passaggi sotterranei.

Questo primo, speciale workshop di fotografia naturalistica e ipogea, a cui è stato dato come titolo «Photogenesi», si terrà sabato 12 (con l’arrivo la sera di venerdì 11 e un primo incontro conoscitivo) e domenica 13 ottobre: le iscrizioni sono aperte e il programma completo è già disponibile su www.openairlife.it. Il campo base dell’iniziativa è la Trattoria Ai Templari a Villanova delle Grotte. Da lì ci si sposterà tra la zona dei Monti Musi, al PIan dei Ciclamini e alla Grotta Nuova di Villanova, e quest’ultima sarà la particolarità assoluta del corso, perché assieme ai due docenti si potranno apprendere i segreti per realizzare gli scatti magici che caratterizzano gli ambienti ipogei.

Luciano Gaudenzio è un vero big nella fotografia naturalistica professionale ed è particolarmente appassionato nel fotografare la montagna, il cambiare delle stagioni, il foliage (peraltro il periodo del corso è proprio quello giusto), così come la fauna e la flora della natura friulana. Sandro Sedran è riconosciuto a livello internazionale dal mondo della speleologia per quanto riguarda la fotografia ipogea e di grotta. Insieme permetteranno ai partecipanti di imparare nuove tecniche di ripresa fotografica, specialmente quella sotterranea e al buio, che comporta una diversa organizzazione del materiale e un lavoro di squadra.

«È un weekend adatto a tutti, dai principianti ai fotoamatori evoluti - spiegano gli organizzatori -, quindi una reflex o mirrorless base e un obiettivo zoom tuttofare, per esempio un 24-70, sono sufficienti per affrontare fotograficamente tutte le situazioni che si presenteranno. Ovviamente ben venga chi ha un’attrezzatura più completa». Lo scopo del corso è infatti aiutare i partecipanti a trovare una propria visione interpretativa nella fotografia di queste straordinarie vallate in veste autunnale, concentrandosi maggiormente sulla composizione e sullo studio della luce, non tralasciando le tecniche base per poter ottenere il meglio dalla propria macchina fotografica, dall’utilizzo dei filtri alle tecniche creative di ripresa, dalla selezione delle proprie immagini per la creazione di un portfolio personale alla necessità di lavorare bene in gruppo, specialmente quando si opera in ambiente sotterraneo.

In questo periodo il clima all’alba e tramonto è già piuttosto rigido, quindi sono consigliati una buona giacca, berretto e guanti e degli scarponcini adatti a brevi escursioni. Per info, costi e prenotazioni: 347.8830590 - tizcaver@gmail.com e avt.open.air@gmail.com. Per i partecipanti esterni sarà possibile anche pernottare alla Trattoria Ai Templari.