12 dicembre 2019
Aggiornato 02:00
Palazzolo dello Stella

Prima Festa del melograno a Volpares nel segno dell'agricoltura terapeutica

Si comincia alle 14 e si proseguirà fino al tramonto tra musica e buon cibo
Prima Festa del melograno a Volpares nel segno dell'agricoltura terapeutica
Prima Festa del melograno a Volpares nel segno dell'agricoltura terapeutica ANSA

PALAZZOLO DELLO STELLA - Domenica 6 ottobre a partire dalle 14 e fino al tramonto, nel giardino della fattoria sociale Volpares, a Palazzolo dello Stess, si terrà la prima Festa del melograno. Quella della fattoria sociale Volpares è la più grande coltivazione di melograni del Friuli Venezia Giulia (sono 800 le piante presenti), una delle più a nord in Italia. Inoltre, alla sua gestione hanno collaborato i ragazzi ospiti della fattoria, persone che nell’agricoltura hanno trovato uno strumento di reinserimento nel contesto sociale e relazionale.

«Parafrasando citazioni più dotte - ha dichiarato Stefano Montello, che su incarico della Cooperativa Sociale Nemesi coordina il progetto agricolo Volpares - direi che l’agricoltura è terapeutica. Il riavvicinamento alla natura attraverso un percorso guidato è un modo per contribuire ad aiutare le persone con una qualche forma di disagio, ma anche chiunque voglia ritrovare la serenità interiore».

Come anticipato l’appuntamento di domenica avrà inizio alle ore 14 con il ritrovo nel giardino della fattoria sociale dove sarà allestita l’esposizione dei melograni raccolti. Nel corso del pomeriggio sarà possibile la visita all’impianto e a seguire ci sarà un rinfresco a tema. L’evento sarà allietato dalla musica del gruppo Alt - Acoustic Live Tribute.
«Questa è la prima di una serie di iniziative che vorremmo organizzare a Volpares - ha concluso Stefano Montello - con l’intenzione di far conoscere il lavoro della fattoria e dei ragazzi. Ma anche con l’obiettivo di far capire che il riavvicinamento alla natura attraverso un’agricoltura terapeutica è potenzialmente positivo per tutti e può diventare un valore culturale e sociale di grande aggregazione».