17 ottobre 2019
Aggiornato 16:00
L'evento

Montagna: sabato si inaugura il rinnovato bivacco Lomasti

E' un punto di appoggio per escursionisti e alpinisti posto a 1.900 metri d'altitudine
Montagna: sabato si inaugura il rinnovato bivacco Lomasti
Montagna: sabato si inaugura il rinnovato bivacco Lomasti

PONTEBBA - Sarà inaugurato sabato 12 ottobre il rinnovato bivacco 'Ernesto Lomasti', punto di appoggio per escursionisti e alpinisti posto a 1.900 metri d'altitudine sotto la Sella d'Aip, nelle Alpi Carniche. Il nuovo manufatto ha una struttura 'a botte', studiata per resistere al vento e scaricare velocemente gli accumuli di neve, ed è stato realizzato con legno lamellare di abete bianco e rosso e larice, ricoperto da una caratteristica lamiera rossa. I lavori sono stati affidati a un'impresa locale, la Diemme Legno di Pontebba, improntandoli sulla sostenibilità con materiale ecocompatibile e a 'chilometro zero', utilizzando, anche per gli arredi interni, legno proveniente dalla filiera regionale certificata PEFC.

La ristrutturazione è stata realizzata nell'ambito del progetto transfrontaliero 'PassoPass' - da Passo di Monte Croce Carnico a Passo Pramollo - che vede come partner tre sezioni del Club alpino italiano (Cai Moggio Udinese, Cai Pontebba e Cai Ravascletto), due sezioni del Club alpino austriaco, Österreichischer Alpenverein, (ÖAV Hermagor e ÖAV Obergailtal-Lesachtal) e il Dipartimento di Scienze AgroAlimentari, Ambientali e Animali dell'Università degli Studi di Udine, mentre partner associati sono il Cai Friuli Venezia Giulia e ÖAV Carinzia.

L'inaugurazione sarà anche occasione per la sezione Cai di Pontebba, proprietaria del bivacco, di festeggiare i 90 anni dalla fondazione e ricordare Ernesto Lomasti, alla cui memoria è intitolata la struttura che veniva costruita per la prima volta proprio nel 1979, anno della prematura scomparsa del forte alpinista.
Il taglio del nastro è previsto alle ore 11; per raggiungere la Sella d'Aip sono possibili tre diversi itinerari: risalendo la Val Dolce da Cason di Lanza, lungo i sentieri Cai 439 e 440, attraverso la ferrata Contin dalla Baita Winkel, o partendo dalla Malga Rudnig in Carinzia. In caso di maltempo la cerimonia sarà rinviata a sabato 19 ottobre.