3 agosto 2020
Aggiornato 20:01
Università

Un'aula di palazzo Antonini dedicata alla prima donna laureata al mondo

L'Università di Udine celebra Elena Lucrezia Corner Piscopia, erudita vissuta nel XVII secolo
L'Università di Udine celebra Elena Lucrezia Corner Piscopia
L'Università di Udine celebra Elena Lucrezia Corner Piscopia

UDINE - Sarà intitolata a Elena Lucrezia Corner Piscopia, religiosa, erudita del XVII secolo e prima donna laureata al mondo - in Filosofia, nel 1678, all’età di 32 anni -, l’aula 7 della sede universitaria di Palazzo Antonini in via Petracco a Udine, con una solenne cerimonia in programma mercoledì 16 ottobre. L’intitolazione è il coronamento dalla proposta presentata già nel 2017 per iniziativa del Dipartimento di Lingue e letterature, comunicazione, formazione e società (DILL).

Il programma prevede, alle ore 11, i saluti del Magnifico Rettore, Roberto Pinton, e della direttrice del DILL Antonella Riem. A seguire, dalle ore 11.15, gli interventi: della professoressa Fabiana Fusco (DILL), su 'Il linguaggio e le buone prassi contro le discriminazioni: l’esempio dell’Università di Udine', e della professoressa Graziella Priulla dell’Università di Catania, che terrà la relazione principale, sul tema 'Le sorelle di Shakespeare e la difficile libertà delle donne'. Alle ore 12, la scopertura della targa di intitolazione ad Elena Lucrezia Corner Piscopia, nata a Venezia il 5 giugno 1646 e morta a Padova il 26 luglio 1684.

La professoressa Antonella Riem sottolinea come «questa importante intitolazione a Palazzo Antonini, da sempre sede della Facoltà di Lingue e Letterature straniere e ora del DILL, segnali uno stretto legame fra gli interessi di ricerca e didattica della Facoltà e del Dipartimento e della insigne studiosa, la prima laureata al mondo, che aveva una profonda passione e conoscenza delle lingue classiche e moderne, dal latino al greco antico e moderno, dallo spagnolo al francese all’ebraico, fece parte di varie accademie in tutta Europa, e fu visitata da eruditi e studiosi di ogni dove».

La professoressa Priulla sottolinea alcune note biografiche della studiosa «Il traguardo della prima laurea conquistata da una donna al mondo - spiega la docente - fu raggiunto nel 1678: a 32 anni Elena conseguì la laurea. Gliela concessero, però, in filosofia, non in teologia. E non poté, in quanto donna, esercitare l'insegnamento. Sei anni dopo morì a Padova per una grave malattia. Dopo la sua morte - continua - la sua figura fu quasi del tutto dimenticata e fu riscoperta solo nel 1895, quando una badessa benedettina americana ne rintracciò la sepoltura a Padova nella Basilica di Santa Giustina».

Data la vicinanza con il lavoro e gli studi di Riane Eisler, studiosa ebrea americana, su argomenti connessi alla parità di genere, la cerimonia è stata inserita all'interno dei seminari di partnership ispirati al lavoro di Eisler e a quello del gruppo di ricerca internazionale 'Partnership Studies Group', attivo a Uniud dal 1998 e diretto dalla professoressa Riem.