30 marzo 2020
Aggiornato 00:30
Comune di Udine

Borgo stazione, Fontanini annuncia il taglio delle siepi e l'aumento dei punti luce

E' stato deciso di intervenire in via Leopardi e in via Roma. Il Sindaco di Udine: «Questa zona aspettava da anni un intervento simile»
Borgo stazione, Fontanini annuncia il taglio delle siepi e l'aumento dei punti luce
Borgo stazione, Fontanini annuncia il taglio delle siepi e l'aumento dei punti luce Comune di Udine

UDINE - Giovedì pomeriggio il sindaco Pietro Fontanini, il suo vice Loris Michelini e l’assessore alla sicurezza Alessandro Ciani, assieme al consigliere Paolo Foramitti e ad alcuni tecnici comunali, hanno effettuato un sopralluogo in Borgo Stazione per verificare lo stato delle siepi di via Leopardi e dell’illuminazione di via Roma.

Interventi in via Leopardi e in via Roma

Per quanto riguarda via Leopardi si è deciso di ripulire il sottobosco delle siepi che corrono lungo i marciapiedi, di ridurne l’altezza dove questa risulta eccessiva e di rimuovere i cespugli cresciuti nell’isola di traffico centrale. Questi ultimi saranno ripiantati al parco del Cormor e lasceranno spazio all’attuale manto erboso su cui crescono magnolie, palme e abeti.
Anche per quanto riguarda l’illuminazione di via Roma si è deciso di intervenire abbassando l’altezza dei lampioni che danno sui marciapiedi e aumentando l’intensità della luce, considerata attualmente non sufficiente a evitare zone d’ombra nelle quali possono consumarsi attività illecite come lo spaccio.

Le parole del sindaco

«Questa zona - ha sottolineato il sindaco - aspettava da anni un intervento come quello che ora andremo a realizzare sulla base delle segnalazioni che ci arrivano dai cittadini e delle indicazioni della Polizia Locale perché, in un contesto problematico come quello di Borgo Stazione, anche una siepe o un gruppo di cespugli possono diventare luoghi dove gettare le siringhe usate o nascondere della droga. È necessario poi aumentare i punti luce e la loro intensità affinché anche le persone per bene la sera possano frequentare la via in sicurezza e i malintenzionati non abbiano la possibilità di svolgere i loro traffici illeciti. In questo modo anche la Polizia Locale e le forze dell’ordine potranno svolgere con maggiore efficacia la loro azione di controllo e di presidio del territorio».