18 novembre 2019
Aggiornato 10:30
Serie A2

l'OWW Udine non fallisce l'appuntamento e trionfa su Forlì

Al Carnera finisce 81 a 69 per i padroni di casa. Bene gli americani Cromer e Beverly
l'OWW Udine non fallisce l'appuntamento e trionfa su Forlì
l'OWW Udine non fallisce l'appuntamento e trionfa su Forlì Diario di Udine

UDINE - L'Old Wild West fa suo il big-match di giornata battendo l'Unieuro Forlì per 81 a 69. Priva di Amato, scavigliatosi nel precedente match con l'Urania Milano, Ramagli ha ottenuto, a parte qualche dormita iniziale, una grande prestazione difensiva da parte dei suoi, che ha costretto due 'big' come Giacchetti e Rush a giocare una partita anonima. In attacco, invece, i bianconeri americani hanno fatto quelli che i tifosi friulani si aspettano da loro: prendendosi iniziative importanti (Cromer, 26 punti, top-scorer del match) e facendo la voce grossa sotto canestro (Beverly, 16 punti, 7 rimbalzi, 4 falli subiti).

Dopo un inizio blando dei bianconeri che li vede andare a -5 (4-9), quasi ormai un marchio di fabbrica dei friulani, una stoppata di Beverly su Marini ed una tripla di Cortese danno a Udine il primo vantaggio che si protrarrà fino al termine del match. L'OWW aumenta il vantaggio prima con i canestri di un Antonutti in spolvero e poi, ad inizio secondo quarto, con i cesti di un ancora mascherato Zilli (27-20). Il secondo quarto ha un Cromer che fa la differenza, con 11 punti segnati, ma quando Beverly ed Antonutti sono a rifiatare in panchina, Forlì riesce a riavvicinarsi pericolosamente piazzando un break di 8 a 0 firmato Watson e Bruttini (34-32). Nel finale di tempo, Udine si ridesta mettendo punti pesanti con i suoi americani, anche se qualche palla persa di troppo, anche di un Penna che sta ancora lottando per ritornare quello pre-infortunio, danno ai friulani solo 4 punticini di vantaggio alla pausa di metà incontro (42-38).

Nella ripresa, due schiacciate di Beverly e due triple di un rinfrancato Cortese fanno volare Udine sul +13 (57-44) e schizzare coach Ramagli verso la curva a chiedere l'aumento dei decibel dei cori dei tifosi. I bianconeri concludono il terzo ed iniziano il quarto tempo con un quintetto tutto italiano, ottimo in difesa, ma con qualche problema ai liberi (vedi lo 0/2 Zilli e lo 0/2 di Cortese) che impediscono agli uomini di casa di allungare. La partita rimane così accesa fino alle battute finali, anche se il punteggio vede davanti saldamente Udine, che nei momenti chiave dell'ultimo quarto si appoggia ad un Cromer determinato e preciso. L'adrenalina fa perdere le staffe al coach ospite Dell'Agnello che viene espulso per doppio fallo tecnico per proteste e Udine mette il sigillo al match con Beverly che, dopo un twist da ballerino, segna con una poderosa schiacciata (78-69 a 48» dal termine), prima che Penna si tolga lo sfizio di mettere una tripla al quinto tentativo di serata.

Apu Old Wild West Udine - Unieuro Forlì 81-69 (23-18, 42-38, 62-52)
Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 26 (7/12, 3/5), Gerald Beverly 16 (5/8, 1/1), Riccardo Cortese 10 (2/3, 2/5), Michele Antonutti 9 (2/7, 1/3), Agustin Fabi 9 (3/3, 1/5), Giacomo Zilli 6 (3/3, 0/0), Lorenzo Penna 3 (0/1, 1/5), Vittorio Nobile 2 (1/1, 0/2), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0), Matteo Minisini n.e., Daniel Ohenhen osasenaga n.e., Andrea Amato n.e.. All. Ramagli. Tiri liberi: 8 / 16 - Rimbalzi: 34 8 + 26 (Gerald Beverly, Michele Antonutti 7) - Assist: 16 (Riccardo Cortese, Vittorio Nobile 4) Unieuro Forlì: Maurice Watson jr 16 (4/12, 2/3), Davide Bruttini 14 (5/7, 0/0), Pierpaolo Marini 13 (3/10, 1/6), Klaudio Ndoja 8 (2/3, 1/3), Erik Rush 7 (3/6, 0/4), Lorenzo Benvenuti 6 (3/4, 0/1), Jacopo Giachetti 3 (1/5, 0/1), Danilo Petrovic 2 (1/1, 0/2), Kaspar Kitsing 0 (0/0, 0/0), Luca Campori 0 n.e., Samuel Dilas n.e., Federico Cinti n.e.. All. Dell'Agnello. Tiri liberi: 13 / 18 - Rimbalzi: 37 14 + 23 (Pierpaolo Marini 10) - Assist: 11 (Erik Rush 4)