18 novembre 2019
Aggiornato 09:00
Il dato

Abbonamento agevolato per gli studenti: le adesioni sono oltre 32 mila

Come ha reso noto l'assessore Pizzimenti, la misura è già stata confermata per il 2020 con un possibile allargamento
Abbonamento agevolato per gli studenti: le adesioni sono oltre 32 mila
Abbonamento agevolato per gli studenti: le adesioni sono oltre 32 mila Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - «L'agevolazione sotto forma di abbonamento scolastico dedicato agli studenti residenti in Friuli Venezia Giulia, attivata in via sperimentale per il 2019, è un'iniziativa di cui stanno già usufruendo oltre 32 mila famiglie del Friuli Venezia Giulia e che sarà rinnovata nel 2020 in maniera ancora più mirata, con il possibile allargamento al trasporto urbano». Lo ha annunciato a Udine l'assessore regionale al Territorio, Graziano Pizzimenti, illustrando gli esiti positivi dell'iniziativa nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche i rappresentanti delle concessionarie del trasporto pubblico locale (tpl).

Pizzimenti ha evidenziato l'efficacia del lavoro svolto dagli uffici regionali, così come la disponibilità delle concessionarie nello smaltire le richieste di agevolazione per l'acquisto degli abbonamenti, relativi ai trasporti su gomma o su rotaia, in tempi rapidi nonostante fossero ancora più numerose rispetto alle attese della Regione. «Con un consistente impegno finanziario della Regione pari a 7.069.000 euro - ha spiegato l'assessore - sono infatti stati emessi complessivamente 32.076 abbonamenti, generando un risparmio medio per ogni studente, quindi per la sua famiglia, di 217 euro». Tale impegno, come evidenziato Pizzimenti, ha generato un vantaggio anche per le concessionarie, alle quali l'ammontare del contributo è stato versato in anticipo rispetto al percorso dell'anno scolastico o accademico degli studenti-utenti. La percentuale del contributo regionale sulle somme derivanti dagli abbonamenti è in media del 50 per cento rispetto al costo complessivo, concessa calcolando la durata massima del percorso di studi fino alla laurea.

«Sono inoltre circa 2mila - ha aggiunto l'assessore - le famiglie che hanno potuto beneficiare del contributo del 60 per cento del costo dell'abbonamento anche per il secondo figlio. L'iniziativa della Regione - ha concluso Pizzimenti - ha favorito i ragazzi e le rispettive famiglie anche nella scelta del percorso scolastico-formativo, ora meno condizionato dai costi del trasporto pubblico». Da parte dei rappresentanti delle concessionarie - Apt Gorizia (3.695 titoli di viaggio emessi), Saf Udine (14.293), Trieste Trasporti (721), Atap Pordenone (8.578), Trenitalia (4.464) e Ferrovie Udine Cividale (325) - è stata confermata l'efficacia della misura adottata, che ha incrementato l'impiego del trasporto pubblico locale concorrendo nel contempo a una migliore offerta dei servizi.