8 dicembre 2019
Aggiornato 01:00
L'annuncio

Pioggia, vento e neve sul Fvg: c'è un'altra allerta meteo

Allarme ‘arancio’ nel Pordenonese, giallo nel resto del territorio regionale da parte della protezione Civile
Pioggia, vento e neve sul Fvg: c'è un'altra allerta meteo
Pioggia, vento e neve sul Fvg: c'è un'altra allerta meteo Facebook

UDINE - Con l’arrivo di una nuova ondata di maltempo per questo fine settimana, scatta un’altra allerta meteo da parte della protezione Civile del Fvg (la numero 25 del 2019). Previste piogge intense, temporali, vento forte e neve con allarme ‘arancio’ nel Pordenonese, giallo nel resto del territorio regionale. Sulla costra rischio di altre mareggiate e di acqua alta. L’allerta resterà valida dal pomeriggio di venerdì 15 novembre alle 12 di sabato 16 novembre.

La situazione

Una depressione atlantica ha convogliato un fronte sull'Italia, preceduto da correnti da sud-est molto umide. Per venerdì pomeriggio piogge intense, molto intense sulle zone occidentali, specie sulle Prealpi Carniche ed in Carnia, anche temporalesche. Nevicate intense in quota, oltre 1.600-1.800 metri sulle Alpi, 1.800-2.000 metri sulle Prealpi, in serata a quote un po' più basse. Soffierà Scirocco da sostenuto a forte sulla costa, specie al pomeriggio, in rotazione a Libeccio in serata e vento da sud sostenuto o forte anche in quota. Condizioni favorevoli alle mareggiate. Acqua alta in calo nel pomeriggio.
Per sabato 16 novembre si prevede al mattino bassa probabilità di precipitazioni, comunque non significative. Dal tardo pomeriggio riprenderanno le precipitazioni, più intense nella notte. Quota neve in media a 1.500 circa, più alta sulle Prealpi, più bassa nella notte sul Tarvisiano. Possibile intensificazione del vento in tarda serata.

I danni delle ultime ore

Si segnalano caduta alberi nei comune di Castelnovo del Friuli, Meduno, Ragogna, Faedis. Allagamenti per acqua alta a Grado, Muggia, Trieste, Latisana, San Giorgio di Nogaro, Duino Aurisina, località Villaggio del Pescatore. La marea a Grado alle 11 ha fatto registrare il valore massimo di 1,52 metri (riferito allo zero Punta Salute), a Trieste alle 11 il valore massimo di 2,90 metri (riferito allo zero Istituto Talassografico).
A Grado si segnala la riapertura al traffico veicolare del Centro e zona porto. Riaperta al traffico poco fa anche la strada translagunare SR352 da Belvedere a Grado. Riaperto poco fa al traffico veicolare il Mandracchio di Muggia.

150 volontari in azione

Aperti i Centri Operativi Comunali di Lignano Sabbiadoro e Grado. Nella mattinata sono stati attivati poco meno di 150 volontari con 55 automezzi per interventi per allagamenti e acqua alta, taglio alberi e monitoraggio territorio.