29 gennaio 2020
Aggiornato 19:00
Notizie dalla Giunta

«Condidimprese Fvg essenziale per la tenuta del tessuto economico regionale»

Con queste parole l'assessore regionale, Sergio Bini, ha portato il saluto della Regione all'evento organizzato per festeggiare il quarantennale dalla fondazione di Confidiimprese FVG
«Condidimprese Fvg essenziale per la tenuta del tessuto economico FVG»
«Condidimprese Fvg essenziale per la tenuta del tessuto economico FVG» Regione Friuli Venezia Giulia

UDINE - «Il ruolo di Confidimprese Fvg, sostenuto dalla Regione, è essenziale per assicurare anche in futuro la tenuta del tessuto economico produttivo del Friuli Venezia Giulia, proseguendo un cammino avviato grazie alla lungimiranza di alcuni imprenditori friulani quarant'anni fa e che ha permesso all'economia regionale di reggere alle sfide e di proiettarsi verso un futuro di crescita e redditività; un cammino che Confidi, associazioni di categoria e Regione devono continuare a percorrere insieme per raggiungere ulteriori traguardi».

Con queste parole l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, ha portato il saluto della Regione all'evento organizzato nel meeting point della Dacia Arena di Udine per festeggiare il quarantennale dalla fondazione di Confidimprese Fvg.

Una ricorrenza che, come ha evidenziato il presidente Roberto Vicentini, consente al consorzio di celebrare anche importanti risultati di crescita che lo pongono ai vertici in Italia per efficienza e sostenibilità. Confidimprese Fvg conta infatti 14mila soci e ha concesso garanzie pari a 320 milioni di euro e affidamenti per 1,3 miliardi di euro.

Confidi è un elemento cardine a garanzia della redditività e del lavoro

«Sono dati estremamente significativi - ha commentato Bini - e in linea con i parametri imposti dalla Bce, frutto di una politica attenta e orientata alla massima collaborazione con la Regione che ha sempre garantito il proprio sostegno e continuerà a farlo in quanto Confidi è un elemento cardine a garanzia della redditività e del lavoro. Non a caso - ha proseguito l'assessore - il tessuto economico produttivo che si rivolge al consorzio è costituito prevalentemente dal mondo dell'artigianato, ovvero la dorsale della nostra realtà».

Bini ha poi colto l'occasione per rilevare che l'economia regionale, come quella italiana, ha bisogno di politiche accorte e non di nuove tasse, necessitando dell'eliminazione di esenzioni a vantaggio delle aziende e di iniziative che scoraggino gli investitori.

«La Regione - ha evidenziato l'assessore - intende mantenere salda la sua attenzione nei confronti del mondo produttivo, incluso il sostegno a Confidimprese Fvg il cui ruolo - ha concluso - andrà rafforzato attraverso la nuova legge SviluppoImpresa, la cui presentazione in Aula è prevista a gennaio 2020».