25 gennaio 2020
Aggiornato 12:00
Imprese

Presentata ai consorzi regionali la nuova Agenzia Lavoro@SviluppoImpresa

L'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini: «L'Agenzia nasce per avvicinare l'istituzione Regione alle imprese. Non è l'ennesimo ente ma un'evoluzione del sistema»
Presentata ai consorzi regionali la nuova Agenzia Lavoro@SviluppoImpresa
Presentata ai consorzi regionali la nuova Agenzia Lavoro@SviluppoImpresa ANSA

UDINE - Tradurre in concreto lo slogan «essere sistema per realizzare un business plan del Friuli Venezia Giulia» attraverso un confronto aperto con imprese, consorzi industriali, associazioni di categoria economiche e sociali. È stato questo l'obiettivo del secondo incontro di presentazione della nuova Agenzia Lavoro&SviluppoImpresa che si è tenuto oggi nella sede della Regione, a Udine, con i rappresentanti dei consorzi di sviluppo economico locale. «Si tratta di un percorso di condivisione - ha indicato l'assessore regionale alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini - a cui dovranno seguire dei contributi che auspichiamo di ricevere entro il prossimo 2 dicembre e di cui si terrà conto per il piano strategico dell'Agenzia».
Durante la riunione, l'assessore ha ribadito gli obiettivi cardine della struttura: sintonizzare lavoro, formazione e impresa, attrarre investimenti, focalizzarsi su digital innovation, diffondere opportunità regionali e coordinare il processo di scoperta imprenditoriale attraverso la linea S3, ovvero la strategia di specializzazione intelligente.

«L'Agenzia - ha aggiunto Bini - nasce per avvicinare l'istituzione Regione alle imprese e funge da sentinella del territorio per capire lo stato di salute della nostra economia. Ciò significa - ha ribadito - che non è l'ennesimo ente ma un'evoluzione del sistema». Uno dei temi della riunione ha riguardato il piano strategico dell'Agenzia che, secondo l'esponente della Giunta Fedriga, dovrà tenere conto di tre dimensioni: nuove generazioni, economia circolare e obiettivi di sviluppo sostenibile che stanno assumendo una rilevanza sempre maggiore per i grandi investitori. «L'attenzione alle nuove generazioni è un elemento cardine per un progetto che ha la finalità di aiutare il disegno di politiche di medio e lungo periodo adeguate alle trasformazioni in atto. Non si può evitare di tenere conto delle aspirazioni e dell'immaginario delle nuove generazioni che quegli scenari dovranno vivere ed interpretare» ha evidenziato Bini, ricordando inoltre l'importanza dell'economia circolare e degli obiettivi di sviluppo.

«Si tratta di scopi ambientali, economici e sociali che dovranno guidare non solo l'attività interna ma anche quella di supporto a progetti pilota e l'accompagnamento di nuovi investimenti» ha spiegato l'assessore, sottolineando l'importanza di quest'ultimo aspetto. «Saranno fondamentali, per ampliare il più possibile la platea dei beneficiari delle azioni e delle iniziative regionali, il sostegno all'attrattività del territorio e dell'imprenditoria regionale e - ha proseguito Bini - la diffusione della conoscenza delle attività svolte, degli strumenti e dei servizi esistenti finalizzati allo sviluppo economico e all'occupazione. L'Agenzia dovrà, infatti, far conoscere gli strumenti a vantaggio di imprese e lavoratori che la Regione mette a disposizione per attrarre capitali e investimenti in Friuli Venezia Giulia». Quanto all'azione strategica, importanti saranno la rilevazione dei fabbisogni occupazionali con gli enti di formazione accreditati e le parti economiche e sociali, in raccordo con la direzione regionale Lavoro, e la promozione della professionalizzazione, del reintegro lavorativo e della formazione professionale.