25 ottobre 2020
Aggiornato 06:30
Musica

Spiritual Ensemble: ecco la tourneè della festività

Fabio Pozzi e Massimo Devitor ci raccontano di una splendida realtà che il prossimo anno compirà il quarto di secolo

UDINE - Amen, Nobody, Soon ah! Will be down, Oh happy day… c’è qualcuno che non li conosce?! Questi standard della tradizione gospel a stelle e strisce da qualche anno sono diventati la colonna sonora delle festività natalizie di tutto il mondo! Ed anche nella nostra regione è dal lontano ‘95 che il gruppo corale Spiritual Ensemble di Udine contribuisce a diffondere questa colorata tradizione.

«I volti sono cambiati negli anni, ma l’essenza spiritual resta! - ci racconta il presidente Fabio Pozzi - oggi siamo circa venti elementi e cantiamo prevalentemente a cappella prediligendo la coralità rispetto al solismo ed il repertorio comprende alcuni dei più celebri e significativi brani cercando sempre di trascinare il pubblico nelle armonie del canto tradizionale dei neri d’America, veicolando un messaggio universale di pace, uguaglianza e di libertà con un ritmo coinvolgente anche per l’orecchio meno educato».

«Ho cercato di dare al coro una dimensione un po’ più vasta di quella legata al mondo squisitamente spiritual - spiega il Maestro Massimo Devitor - ma soprattutto cerco di sviluppare non solo un progetto tecnico-esecutivo ma anche l’insegnamento che per stare in un coro bisogna pensare in modo collettivo, responsabile, sociale: nella coralità cerco di far crescere le persone rapportandosi agli altri in maniera rispettosa e coerente al progetto prefissato. Se le mie voci capiscono che il corale va anteposto ai personalismi, allora avrò fatto un buon lavoro!».

«La passione per questo genere musicale mi ha folgorato in una maniera così profonda - aggiunge il presidente - che, dal mio ingresso come tenore nella formazione nel 2002 al mio primo incarico come Presidente, passarono solo due anni; da quel lontano 2004 ad oggi ho cercato di promuovere il nostro modo di cantare in tutte le sedi, con delle importanti partecipazioni corali in Italia ed Europa e con una diffusione capillare di concerti sul territorio friulano. La formazione dai primi anni è cambiata per la quasi totalità degli elementi ma il vero «cambio di marcia» lo abbiamo avuto con l’ingresso del Maestro Devitor che ormai ci segue dal 2012. Il gruppo è molto affiatato e questo lo percepiamo anche dai commenti a caldo delle nostre performance; commenti che testimoniano il buon lavoro fatto finora che non si limita ad una cura nella tecnica vocale ma anche ad una capacità di cantare emozionandoci, trasmettendo così la nostra intensa passione!».

L’ensemble, che è in fase di registrazione del terzo album, sarà di scena nelle seguenti date: il 14 dicembre alle 20.45 nella Chiesa di San Lorenzo a Talmassons, il 21 dicembre alle 20.30 a Remanzacco nell’Auditorium comunale, il 22 dicembre alle 11 all’interno del FUEL coffee and food in Piazzale XXVI Luglio a Udine, il 27 dicembre alle 20 nella Chiesa di S.Pietro Apostolo a Zuglio, il 28 dicembre alle 19 nel Santuario di Monte Grisa a Trieste. E con il nuovo anno il 5 gennaio alle 16 in Piazza San Giacomo a Udine ed infine il 12 gennaio alle 16 nella Chiesa di S. Clemente ad Adegliacco, per la consueta rassegna natalizia dei cori di Tavagnacco.