22 ottobre 2020
Aggiornato 08:30
UDINE

L'OWW a valanga su Orzinuovi dopo un primo tempo 'pigro'

I friulani battono gli avversari per 84 a 63 e conquistano altri due punti in classifica

UDINE - L'Old Wild West batte nettamente l'Agribertocchi Orzinuovi per 84 a 63 e conquista altri due punti in classifica dopo la piccola rivoluzione d'inverno che ha visto nel roster friulano l'uscita di Cortese e l'arrivo di Gazzotti.
Contro la 'cenerentola' del girone, che ha raccolto finora solo due vittorie, entrambe casalinghe, l'Apu ha vissuto i primi 20' con l'idea di potere staccare in ogni momento la formazione ospite, ma con la frustrazione – per pigrizia, indolenza e...qualche marcatura difensiva non proprio perfetta – di non riuscire mai a farlo.

Eppure la partita si era messa subito bene per Udine che aveva un Cromer ispiratissimo (10 punti segnati nei primi 10') e Beverly a fare la voce grossa sotto i tabelloni, tant'è che il temuto centro avversario Mekowulu era costretto ad accomodarsi in panchina con 3 falli a carico dopo meno di 4' di gioco. L'OWW in apertura di secondo quarto arrivava al massimo vantaggio di +12 dopo quattro punto di Fabi (33-21), ma l'Agribertocchi, tutt'altro che doma e pur con le seconde linee in campo, reagiva con il parziale di 21-9 che la riportava a pari punti con i padroni di casa (42-42) a 73» dalla pausa di metà match.

Nella seconda parte d'incontro, gli uomini di coach Ramaglia hanno, invece, mostrato tutt'altro piglio ed instradato con sicurezza il match verso la vittoria. I bianconeri hanno migliorato l'intensità difensiva sul giro-palla degli orcensi ed hanno beneficiato di un momento di show-time del rientrante Amato che, con due triple ed un tiro da sotto, ha scavato un solco importante a favore dei friulani nella terza frazione di gioco (66-53). In apertura di ultimo quarto, la tripla di Nobile, il più applaudito da un pubblico fin troppo compassato, ha sancito il +17 per i friulani (70-53) e l'inizio di un lunghissimo garbage-time, con Orzinuovi che ha dato l'impressione di avere mollato la presa. Un brivido tra i friulani l'ha solo destato l'infortunio di Zilli che è dovuto uscire tenendosi la mano.

In una classifica sempre corta e non priva di sorprese, l'OWW sale a 14 punti, a pari merito con Ferrara e Milano. Domenica prossima, con inizio alle ore 16 (non alle ore 18, attenzione!), i friulani saranno ancora impegnati in casa per affrontare, nella prima del girone di ritorno, la formazione di Roseto.
 

Apu Old Wild West Udine - Agribertocchi Orzinuovi 84-63 (29-19, 46-44, 66-53)
Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 19 (8/9, 1/6), Agustin Fabi 12 (3/5, 1/3), Gerald Beverly 12 (4/8, 0/0), Lorenzo Penna 9 (0/2, 3/5), Michele Antonutti 9 (4/6, 0/3), Andrea Amato 8 (1/3, 2/3), Vittorio Nobile 7 (2/3, 1/2), Giacomo Zilli 7 (2/2, 0/0), Giulio Gazzotti 1 (0/2, 0/1), Matteo Minisini 0 (0/0, 0/0), Mihajlo Jerkovic n.e., Daniel Ohenhen osasenaga n.e.. All. Ramagli.
Tiri liberi: 12 / 17 - Rimbalzi: 38 8 + 30 (T.j. Cromer 10) - Assist: 20 (T.j. Cromer 6)
Agribertocchi Orzinuovi: Matteo Negri 16 (4/6, 1/3), Stefano Bossi 14 (4/6, 1/3), Giovanni Carenza 7 (2/2, 1/5), Tarin Smith 7 (3/8, 0/1), Salvatore Parrillo 6 (0/2, 2/5), Giacomo Siberna 6 (3/6, 0/2), Lorenzo Galmarini 4 (2/5, 0/0), Christian Mekowulu 3 (1/3, 0/1), Lorenzo Varaschin 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra n.e.. All. Corbani.
Tiri liberi: 10 / 16 - Rimbalzi: 18 3 + 15 (Giovanni Carenza, Lorenzo Galmarini, Christian Mekowulu 3) - Assist: 12 (Stefano Bossi 5)