5 dicembre 2020
Aggiornato 04:00
Udine

Taglio del nastro per la nuova 'Sala bimbi' della Comunità Piergiorgio

Il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin è intervenuto con lo scienziato Marco Ferrari

UDINE - "Questo è un esempio da portare in dote alle nuove generazioni: la capacità di ricercare il bene comune, di dare risposte flessibili, intelligenti, vicine ai bisogni concreti della gente; risposte che per questo sono le migliori possibili e che se fatte dal pubblico non sarebbero così efficaci e costerebbero molto di più». Il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin è intervenuto, con lo scienziato Marco Ferrari all'inaugurazione a Udine della 'Sala bimbi' della Comunità Piergiorgio, luogo dedicato a bambini con bisogni comunicativi complessi. I

ll progetto ideato da Comunità Piergiorgio insieme con Orsa (Organizzazione sindrome di Angelman) ha il sostegno di Bluenergy. Era stato presentato un anno fa con lo spettacolo 'Si fa per dire' al Teatro Nuovo di Udine di cui era stato protagonista lo stesso Ferrari con l'Organ Madness Group e che aveva avuto come partner Bluenergy. Esso prevedeva la ristrutturazione e l'allestimento di una stanza, dotata di giochi e materiali idonei, nella quale i bambini con disabilità comunicative abbiano l'opportunità di sperimentare e condividere con genitori, insegnanti, educatori, le attività ricreative adatte e facilmente ripetibili anche nell'ambiente di vita. Del nuovo servizio hanno parlato il presidente della Comunità Piergiorgio, Sandro Dal Molin, e di Orsa, Ferruccio Pin, padre di un bambino con disabilità comunicative. Esso migliorerà la vita dei bimbi con un grave deficit comunicativo che comporta gravi conseguenze sul piano relazionale cognitivo, linguistico e sociale, e si avvale della consulenza dell'esperta in comunicazione aumentata alternativa (CAA) Barbara Porcella oltre che di diverse figure professionali della Comunità. Va ad aggiungersi ai numerosi servizi che la Comunità Piergiorgio, fondata nel 1971, ha realizzato per il territorio: servizi di residenzialità, riabilitazione, formazione, consulenza gratuita e prestito di ausili.

"Il concetto fondamentale, che la Comunità Piergiorgio vive tutti i giorni, è che ciò che conta nella vita è aiutare chi ha bisogno di noi: l'unica cosa che non stanca, che dà un significato e una gioia che restano nel tempo - ha detto Ferrari -. La Comunità Piergiorgio con questa iniziativa esprime una grande forza professionale, per le nuove conoscenze che sviluppa in particoalre sul tema della comunicazione aumentata alternativa che permette di aprire le porte che separano le persone, in particolare i piccoli, che vivono in solitudine a causa delle loro circostanze di salute. Attraverso questa struttura e l'attività che qui si potrà svolgere questi bambini - ha aggiunto Ferrari - possono avere accesso ai mondi magnifici che si portano dentro e condividerli con la comunità». «Le istituzioni - ha detto ancora Zanin, portando il saluto anche del presidente della regione Massimiliano Fedriga - non possono che essere al vostro fianco, perchè voi rappresentate quel privato sociale, quel volontariato e quella solidarietà che stabilizza una comunità promuovendo il senso civico. «Quel senso civico che nasce da un associazionismo di cui il Friuli Venezia Giulia è ricco - ha aggiunto Zanin parlando anche della legge sulla salute approvata recentemente dal Consiglio regionale e che - ha sottolineato - pone attenzione sul territorio e sul privato sociale». Presente all'inaugurazione anche la consigliera regionale Maddalena Spagnolo.