29 marzo 2020
Aggiornato 23:30
Notizie dalla Giunta

L'assessore Bini: «Entro una settimana la convocazione per il tavolo nazionale Safilo»

Prime risposte da Roma per una vertenza che, in Fvg, mette a rischio 250 posti di lavoro
L'assessore Bini: «Entro una settimana la convocazione per il tavolo nazionale Safilo»
L'assessore Bini: «Entro una settimana la convocazione per il tavolo nazionale Safilo» Regione Friuli Venezia Giulia

MARTIGNACCO - «Ho ricevuto a Roma la conferma dai vertici ministeriali dell'invio entro la settimana, anche dopo una serie di nostre sollecitazioni, di una convocazione per il tavolo nazionale dedicato alla crisi della Safilo. Si tratta di un primo passo in avanti, che ci porterà nel mese di gennaio a quel confronto istituzionale prima del quale, a questo punto, l'azienda è moralmente obbligata a sospendere la messa in atto di quanto annunciato che riguarda il futuro di 250 lavoratori".

Così l'assessore regionale alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, a Roma a margine di una serie di incontri avuti al Ministero dello sviluppo economico (Mise), in funzione anche di un'azione di sensibilizzazione per accelerare i tempi di un confronto istituzionale sul futuro dell'impianto Safilo di Martignacco.
Bini nell'occasione ha sottolineato come, seppur di fronte a una scelta assunta con toni perentori dall'azienda, la Regione ha da subito insistito con la richiesta di una convocazione del tavolo ministeriale per tentare ogni strada al fine di salvaguardare la produzione e il lavoro.

"Mettere a confronto a livello nazionale le parti - ha spiegato Bini - era il primo obiettivo, raggiunto il quale adesso vanno definite le strategie per preparare al meglio il confronto: tra queste, il dialogo con la Regione Veneto, in quanto anch'essa coinvolta in termini occupazionali dai progetti di ristrutturazione della Safilo».