22 ottobre 2020
Aggiornato 08:30
Serie A

L'Udinese batte il Cagliari 2 a 1

Vittoria friulana grazie alle reti di de Paul e Fofana

UDINE - È finita 2-1 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Cagliari, valida per la 17^ giornata di Serie A TiM. Gotti ripropone Ken Sema dal primo minuto, gli ospiti invece si presentano con il classico modulo ad «Albero di Natale».

Al 19’ la prima occasione del match è per l’Udinese. Fofana interrompe una pericolosissima azione offensiva degli ospiti e riparte palla al piede con una poderosa progressione. L’ivoriano vede Lasagna sul filo del fuorigioco e lo serve con una bella palla in profondità, lo scatto del capitano è bruciante e, superato Faragò, prova il sinistro dalla distanza. Il tiro non è molto preciso e la conclusione si spegne sul fondo. Al 20’ ci prova Nainggolan con un pregevole colpo di esterno destro dal limite dell’area, la sfera termina di poco a lato. Al 24’ è ancora Nainggolan ad andare vicino al gol. Questa volta il tiro dal limite è di sinistro ma, fortunatamente per i friulani, la sfera impatta sul palo destro della porta difesa dall’impietrito Musso. Al 31’ Sema si libera bene sull’out di sinistra e cerca con il cross Okaka appostato in area, l’attaccante non riesce ad imprimere alla palla la forza necessaria e Rafael fa sua la sfera senza problemi. Al 39’ grande intuizione di De Paul che dalla trequarti di destra pesca benissimo l’inserimento di Fofana con un delizioso filtrante tra le linee. L’ivoriano controlla e scarica subito per lo stesso De Paul che, dal cuore dell’area di rigore, calcia di prima intenzione verso il secondo palo. L’impatto con la sfera è perfetto e la traiettoria che ne scaturisce non lascia scampo a Rafael, palla in fondo al sacco e meritato vantaggio bianconero.

Al 50’ nella ripresa è Okaka a ripartire bene in velocità sulla fascia sinistra. La progressione in solitaria lo porta fin dentro l’area di rigore rossoblu, dove non sfrutta il supporto offerto da Lasagna e Mandragora e prova la soluzione personale. Pallone rimpallato e occasione che sfuma. Al 58’ altra bella azione corale dell’Udinese con la combinazione tra Fofana, Okaka e Lasagna che alla fine premia Mandragora appostato fuori area. La conclusione di prima intenzione non centra lo specchio ma termina di poco a sinistra della porta difesa da Rafael. Al 65’ Cagliari vicinissimo al gol del pareggio con la deviazione sotto misura di Joao Pedro che prova a sfruttare un pallone vagante in area. Il riflesso di Musso è felino e con un autentico miracolo salva il risultato allontanando la sfera ormai prossima ad infilarsi lemme lemme in fondo al sacco. 

Al 77’ ancora Cagliari in avanti con la ripartenza di Cerri. L’attaccante, una volta arrivato nei pressi dell’area di rigore, rientra e prova la conclusione con il sinistro. Il tiro è buono ma fortunatamente termina sul fondo per una questione di centimetri. Al minuto numero 84’ arriva il pareggio dei sardi con Joao Pedro che sfrutta bene un buon cross proveniente dalla destra e con un tocco diretto sul secondo palo batte Musso per il gol dell’ 1-1. Nemmeno il tempo di mettere a referto il nome del brasiliano che l’Udinese ha un’altra clamorosa occasione con Okaka che, da un paio di metri spalle alla porta, riesce a girarsi e a trovare lo spazio per calciare. Il pallone rimpallato arriva a Fofana che da due passi scaglia il suo destro più potente e gonfia la rete per il nuovo e definitivo vantaggio friulano che fa esplodere la Dacia Arena. Importantissimo successo per i friulani che possono passare in serenità le festività natalizie. Il primo impegno dopo la sosta sarà il 6 gennaio al Via del Mare di Lecce.