27 maggio 2020
Aggiornato 09:00
Udine

Morì schiacciata dall'acquasantiera: grazie alle sue cornee due ragazzi riguadagnano la vista

«Siamo contenti che le cose siano andate bene: abbiamo aiutato qualcuno», ha raccontato papà Marino
Morì schiacciata dall'acquasantiera: grazie alle sue cornee due ragazzi riguadagnano la vista
Morì schiacciata dall'acquasantiera: grazie alle sue cornee due ragazzi riguadagnano la vista Diario di Udine

UDINE - La piccola Penelope, morta a novembre sotto un'acquasantiera nella chiesetta dell'educandato Uccellis, rivive negli occhi di due ventenni. Grazie alla generosità della sua famiglia, infatti, che ha deciso di donare le cornee della figlia di 7 anni, è stato possibile ridare la vista a due ragazzi di 20 anni. A darne notizia è il Messaggero Veneto.

I genitori di Penelope non conoscono chi abbia ricevuto le sue cornee, ma sono convinti della scelta fatta. «Siamo contenti che le cose siano andate bene: abbiamo aiutato qualcuno», ha raccontato papà Marino dalle pagine del Messaggero Veneto.