21 aprile 2019
Aggiornato 22:30
Serie A

Pussetto e Behrami salvano l'Udinese e la panchina di Nicola

I bianconeri creano molto ma rispetto ad altre partite riescono anche a trovare la via del gol
Pussetto salva l'Udinese e la panchina di Nicola
Pussetto salva l'Udinese e la panchina di Nicola ANSA

UDINE - Finalmente una prova di carattere per l’Udinese che al Friuli batte il Cagliari per 2 a 0 grazie a alle reti di Pussetto e Behrami. I bianconeri creano molto ma rispetto ad altre partite riescono anche a trovare la via del gol. Una vittoria importante che smuove la classifica e consente alla squadra di Nicola di chiudere il 2018 con una piccola soddisfazione.

Parte subito forte l’Udinese, che prova a sbloccare il risultato nei primi minuti di gioco, prima con Lasagna, poi con Fofana. Al 16’ doppia occasione per i padroni di casa; Stryger Larsen e Pussetto mettono i brividi alla difesa del Cagliari, ma il risultato non cambia. Due minuti dopo è ancora Fofana a tentare il tiro dalla distanza, ma il pallone termina alto. I friulani continuano a spingere proponendosi diverse volte nell’area avversaria, ma senza riuscire a creare pericoli concreti per Cragni. Al 27 si vede in avanti il Cagliari, che si rende pericoloso con Cerri. Deve intervenire Musso e mettere in angolo. Al 39’ ecco il vantaggio dell’Udinese: a segnare è Pussetto su assist di Stryger Larsen. Passa un minuto e i bianconeri avrebbero l’occasione per raddoppiare, ma Fofana è sfortunato e l’azione sfuma.

Nella ripresa l’Udinese riparte gettandosi in avanti. Al 5’ espulso Ceppitelli che atterra Pussetto al limite dell’area. Al 12’ raddoppio bianconero, con Behrami che calcia e trova la deviazione di un difensore che inganna il portere avversario. Due minuti dopo l’arbitro fischia un rigore per l’atterramento di Lasagna: calcia proprio l’attaccante della Nazionale ma si fa parare la conclusione da Cragno. Al 23’ occasione per il Cagliari, con Sau che calcia da buona posizione ma la difesa libera. Al 31’ espulso Mandragora per un fallo piuttosto duro su Cerri. Ristabilita quindi la parità numerica in campo. Esce Pussetto tra gli applausi dello stadio Friuli. L’Udinese chiude in avanti e porta a casa, finalmente, una vittoria convincente.